CONSIGLI UTILI

 
  • Se sei fermato da agenti in borghese: devono mostrarti il tesserino, altrimenti puoi rifiutare di fornire i documenti e di essere perquisito.
  • Se ti trovi col gruppo in un autobus che viene fermato e perquisito: la perquisizione è legittima, ma anche in questi casi il verbale deve essere compilato sul posto e consegnato immediatamente.
  • Se in Questura ti trattengono per interrogarti: chiedi in che veste sei accusato (se come testimone o altro...) poi chiedi di mostrarti un foglio di carta (solitamente dattiloscritto) nel quale deve risultare la tua qualità  (testimone o sottoposto ad indagini...). Se sei stato trattenuto come accusato, non rispondere, prima di aver contattato un avvocato, se non per dare le tue generalità .
  • Se ritieni che degli agenti in divisa abbiano commesso un sopruso: E' un tuo diritto richiedere il loro nominativo ed eventualmente sporgere denuncia. Se non ti viene fornito il nominativo rivolgiti ad un magistrato e denuncia il fatto.

CONSIGLI PER TUTTI I DIFFIDATI
  • Appena notificata la diffida, mettiti in contatto con un avvocato. Ricordiamo comunque che la difesa non è obbligatoria perchè la diffida è un provvedimento amministrativo. E' il caso che in ogni Curva i gruppi ultrà  abbiano un loro avvocato di fiducia, meglio se è egli stesso un tifoso, perchè così comprende certe dinamiche. Se vieni diffidato e non fai parte di nessun gruppo, chiedi ai gruppi ultrà  il nominativo dell'avvocato. Se si è diffidati in gruppo è meglio avere tutti uno stesso difensore.
  • Sulla diffida deve esserti comunicato da quando entra in vigore, devono essere specificati i luoghi, i nomi delle vie in cui non puoi transitare ed il motivo per cui è stata comminata. Se mancano alcune di queste informazioni chiedi al tuo avvocato di recuperarle.
  • Se la diffida è con obbligo di firma hai la possibilità  di presentare, entro 48 ore (che sono pochine) un memoriale a difesa al Gip che deve convalidarti l'obbligo di firma.
  • Se ritieni la diffida ingiusta, consigliamo di fare immediatamente un ricorso gerarchico tramite il tuo avvocato entro 60 giorni dalla notifica della diffida. Il Prefetto (o il Questore) ha la facoltà  di rigettare (di solito capita quasi sempre) il tuo ricorso entro i 60 giorni successivi dalla data di presentazione dello stesso. Nel ricorso, se non si hanno avute precedenti condanne o se non si hanno altri procedimenti penali in corso, è sempre utile allegare i due Certificati di carichi dipendenti (uno va richiesto in Pretura, l'altro in Tribunale), ed il Certificato del Casellario Giudiziale (da richiedere in Tribunale).
  • Per quanto riguarda la diffida con obbligo di firma, c'è la possibilità , comunicandolo in forma scritta all'Ente che te l'ha emessa (Questura), di chiedere di andare a firmare in una caserma di un'altra città , se quel fine settimana ci si trova fuori sede. La Questura ti deve far sapere dove! Ricordati, in questo caso di farti rilasciare un documento che provi che tu hai firmato, per evitare equivoci.
  • In Questura non ti potrebbero trattenere, se non giustificandone il motivo, per cui dopo la firma sei libero. Se vuoi fare la richiesta per firmare fuori dalla sede consueta, ti conviene fare una richiesta scritta almeno 15 giorni prima, ed aspettare la risposta. In caso di mancata risposta, esigila tramite il tuo avvocato.
  • In caso venga rigettato il ricorso gerarchico, puoi fare entro 60 giorni un ricorso al Tar (che però ha tempi lunghi e spese non inferiori al migliaio di euro!!!).
  • Una volta che ti è scaduta la diffida ricordati, almeno per il primo periodo, di portartela dietro, perchè potrebbero non averti ancora cancellato allo stadio, dalla lista dei non graditi. Quindi, puoi evitare spiacevoli inconvenienti (tipo di perderti la partita per controlli ecc.).



Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!