NORMATIVA ANTI-STRISCIONI

  1. Il responsabile dell'ordine pubblico dello stadio designato dal ministero dell'interno qualora ritenga che uno o più striscioni esposti dai tifosi, costituenti incitamento o apologia della violenza o della discriminazione razziale, integri fatto grave con carattere di reato, e conseguentemente intenda ordinare di sospendere o non iniziare la partita, si rivolgerà al 4° uomo o all'assistente dell'arbitro per chiedere di non iniziare o sospendere la gara.

  2. In caso di sospensione della gara i calciatori dovranno rimanere al centro del campo unitamente agli ufficiali di gara.

  3. Lo speaker di una radio informerà il pubblico sui motivi del mancato inizio o della sospensione, invitando alla immediata rimozione dello striscione.

  4. L'arbitro nell'ipotesi di prolungamento della sospensione, potrà a suo giudizio discrezionale, tenuto conto delle condizioni climatiche ed ambientali, ordinare alle squadre di rientrare negli spogliatoi.

  5. Sarà compito del responsabile di sicurezza dare istruzioni affinché l'arbitro ordini la ripresa del gioco.

  6. Trascorsi 45' dalla sospensione o dal mancato inizio l'arbitro dichiarerà chiusa la gara e riferirà nel proprio rapporto i fatti verificatasi.

  7. Gli Organi di Giustizia ordinaria adotteranno provvedimenti previsti dall'art. 7 CGS, cioè lo 0-2 a tavolino.



Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!